Ansia

Post Scritto in Patologie, Salute - da ansiarimedi il lunedì, marzo 26th, 2012 - letto 1519 volte - Commenta per Primo

Ansia come si sviluppa quanto incide nella nostra vita e come si guarisce

Disturbo di Ansia generalizzata – Il sintomo fondamentale è l’ Ansia , che è persistente nel tempo ( dura più di 6 mesi ) e generalizzato, su un’ampia gamma di avvenimenti o attività ( come la resa lavorativa o scolastica ), non stando ristretto ad una situazione in particolare come nelle fobie né presentandosi esclusivamente in forma di crisi, come nel caso della crisi di panico. Lo stato di ansietà è quasi permanente, oscillando leggermente durante il corso della  giornata e riguardando la qualità del sonno.

 L’ Ansia  questa associata molto frequentemente a preoccupazioni eccessive (chiamata aspettativa  apprensiva). Per esempio: paura a che qualcuno familiare vicino o la stessa persona che soffre questo disturbo  possa  avere un incidente,  ammalarsi si o morire. alla persona gli risulta difficile controllare questo stato di costante preoccupazione.

L’ Ansia  e preoccupazione si associano a 3 o più dei seguenti sintomi:

→Nervosismo, inquietudine o impazienza

→Faticabilità  (stanchezza) facile

→Difficoltà per concentrarsi o mettere la menzioni bianco

→Irritabilità

→Tensione muscolare, tremore, cefalea ( dolore a capofitto ), movimento delle gambe ed incapacità per rilassarsi

→Alterazioni del sonno: difficoltà per conciliare, mantenere il sonno o sensazione al svegliare si di non ha riposato bene ( sogno non   riparatore )

→Respirazione difficile, palpitazioni o tachicardia, problemi gastrointestinali, secchezza di bocca, mal di mare, hiper ventilazione ( aumento del numero di respirazioni per minuto )

 L’ Ansia  la preoccupazione o i sintomi fisici provocano un malessere significativo e deteriorante  nella conoscenze familiare, sociale, lavorativo o di altre aree importanti dell’attività della persona.

 I sintomi di ansietà nel Disturbo di Ansia sono costanti diversamente da quello che accade nel  Attacco di panico dove l’ansietà-panico appare in forma parossistica prendendo la forma di una crisi di panico. La crisi di panico non suole durare più di 30 minuti ma cessa  ma rimane  timore a presentare il una nuova crisi. Questa  ” paura alla paura ” denomina ansietà Anticipatoria ” e può confondersi  con un  Disturbo  di ansietà generalizzata.

È importante inoltre scartare che i sintomi di ansietà non sono dovuti all’ingesta di alcuno tipo di sostanza ansiogénica: caffeina, anfetammine o ad una malattia medica ( ipertiroidismo ecc.). Esistono molte cause che possono provocare ansietà in forma secondaria . Ugualmente i Disturbi depressivi si associano con molta frequenza ad Ansia . È molto importante realizzare una corretta “diagnosi differenziale” per potere approdare ad una diagnosi indovinata di quello che gli accade quando si trova soffrendo un quadro di ansietà. La principale causa di fallimento terapeutico è la mancanza di diagnosi o una diagnosi scorretta.

Il Disturbo   da Ansia  generalizzata  è molto più forte di quello che una persona normale con ansietà sperimenta nella sua vita giornaliera. Sono preoccupazione e tensione cronica ancora quando niente sembra provocarle. Il Soffrire questo Disturbo ha come connotazione di  anticipare sempre un disastro, frequentemente preoccupandosi eccessivamente per la salute, il denaro, la famiglia o il lavoro. Tuttavia, alle volte, la radice della preoccupazione è difficile di circoscrivere. Il semplice fatto di pensare di  affrontare il giorno può provocare ansietà.

Trattamento:

Il trattamento del Disturbo  di  Ansia generalizzata include l’utilizzazione di medicazione e sedute specifiche  di psicoterapia, il trattamento più effettivo per il TAG suole combinare psicoterapia e medicazione.

I medicamenti sono molto  efficaci  per mitigare i sintomi di  Ansia . Si possono utilizzare medicinali i Ansiolitici o antidepressivi con effetto ansiolítico ( non tutti l gli antidepressivi lo possiedono ). L’Ansiolitico  Benzodiazepinico  non dovrebbe utilizzarsi per periodi maggiori ad un mese giacche con il corso del tempo possono arrivare a produrre  Assuefazione  (tolleranza) e ad un bisogno di incrementare la dose.

Per il trattamento farmacologico dell’ Ansia o  dei sintomi di ansietà è l’utilizzazione di antidepressivi con effetto ansiolítico associato. Il seguente antidepressivo si trovano approvati per il FDA per il trattamento del TAG: Escitalopram, Venlafaxina XR / LP,  Duloxetina y Paroxetina. L’antidepressivo, diversamente dall’Ansiolitico  Benzodiazepinico, non producono  assuefazione  (tolleranza), di conseguenza non esiste rischio di generare un’assuefazione  al medicinale . Di lì che è preferibile utilizzarli nel trattamento a lungo termine dell’ansietà. D’altra parte la qualità del sonno generato per gli antidepressivi  ansiaolitici è molto superiore al dell’Ansiolitico  Benzodiazepinico, giacche generano un sonno più profondo e riparatore.

Attualmente esistono sempre più medicamenti disponibili per il trattamento del  Disturbo  di  Ansia  generalizzata. Così tanto che, se un medicinale  non dà il risultato atteso, generalmente ce ne sono  altri che si possono utilizzare. Inoltre, si stanno scoprendo nuovi  Farmaci i per il trattamento dei sintomi di  Ansia.

Le investigazioni  hanno dimostrato che la psicoterapia cognitivo-comportamentale è  efficace  per il trattamento del TAG.  Molto utili  sono  le tecniche di riduzione di stress: tecniche di rilassamento e respirazione profonda (diaframmatica o addominale), meditazione, con terapia  nel  tempo, esercizio fisico, yoga, camminare, Tai Chi e Bio -Retroalimentazione  (Biofeedback) per controllare la tensione psichica e muscolare.   Vuole  essere di utilità cambiare  nell’alimentazione: per esempio, l’eliminazione graduale del caffè, ubriachi stimolanti, alcool e alimenti  che contengano caffeina ( Coca- coda).

Sintomi dipendenti della cultura, l’età e il sesso:

Esistono considerevoli variazioni culturali circa l’espressione dell’ansietà (  in alcune culture  l’ Ansia  si esprime attraverso sintomi predominanti somatici, e in altro attraverso sintomi cognitivi ). È importante avere in conto il contesto culturale nel momento  per  valutare il carattere eccessivo di alcune preoccupazioni. Nei bambini ed adolescenti con  disturbo di ansietà generalizzata, L’ Ansia e le preoccupazioni vogliono fare riferimento alla resa o la competenza nell’ambito scolastico o sportivo, incluso quando questi individui non sono valutati per altri. alle volte la puntualità è il tema che centra le preoccupazioni eccessive. Anche a  volte è sono fenomeni catastrofici, come i terremoti o la guerra nucleare. I bambini che presentano il Disturbo di Ansia  possono  mostrarsi apertamente conformiste, perfezioniste, insicuri da sé stessi ed  inclini i a ripetere i  propri  lavori per un eccessiva  insoddisfazione davanti agli occhi che i risultati non arrivano alla  perfezione. Al perseguire  l’approvazione di altri può mostrare un sospetto caratteristico; hanno bisogno assicurarsi  in  forma eccessiva la qualità  dei risultati  o  di altri aspetti che motivano la sua preoccupazione.

In genere, i sintomi del TAG tendono a diminuire con l’età.

Il  Disturbo  è leggermente più frequente in donne che  nei  maschi quando si studiano ile statistiche mediche ( approssimativamente il 55-60 % delle diagnosi si effettuano in donne ). In studi epidemiologici di popolazione generale la relazione di sessi è di due terzi a favore delle donne.

 Prevalenza dei Disturbi di Ansia

In campioni di popolazione generale  in statistica annuale  del Disturbo di Ansia  si situa nel 3 % approssimativamente, mentre  la  prevalenza  globale arriva fino al 5 %. Nei centri medici per  Disturbi  di ansietà approssimativamente il 12 % degli individui presenta un trambusto di ansietà generalizzata.

 Ansia e il suo Decorso

Molti individui con trambusti di ansietà generalizzata si considerano ansioso o nervoso da  sempre. Sebbene più della metà di quelli che accorrono alla consultazione manifesta che il  Disturbo  di ansietà generalizzata cominciò nella seconda infanzia o l’adolescenza, non è raro che il disagio   inizi dai  20 anni di età. Il corso è di carattere cronico, ma fluttuante, con frequenti aggravamenti coincidendo con periodi di stress.

  Ansia e Modello familiare:

L’ansietà come peculiarità mostra un’evidente incidenza familiare. Si sono descritti   dati  ancora inconsistenti che mostrano un modello familiare per il  disturbo  di  Ansia  generalizzata, sebbene la maggioranza di loro non sono  stati capaci di dimostrare un modello concreto di aggregazione familiare.



Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>