Paul is Dead, verità o leggenda?

Post Scritto in Musica, Società - da fede173 il lunedì, maggio 14th, 2012 - letto 3319 volte - 1 Commento

Paul McCartney, bassista e compositore dei Beatles nasce a Liverpool il 18 Giugno 1942. La leggenda sulla sua presunta morte inizia a circolare intorno al 1969 quando  il dj Russel Gibb durante una trasmissione radiofonica sulla rete  di Detroit, raccontò  di essere a conoscenza di un clamoroso segreto: Paul McCartney era morto in un incidente stradale alle 5 del mattino di mercoledì 9 novembre 1966 e che i Beatles avrebbero preferito seppellire Paul in silenzio e sostituirlo con un sosia, un certo  William Stuart Campbell.

La notizia fece il giro del mondo e i fan del gruppo iniziarono a ricercare i numerosi messaggi sulla morte di Paul che la band avrebbe disseminato nei loro dischi.

La leggenda che circola da più di 40 anni, (considerata la più nota teoria del complotto sul mondo del rock),ha trovato in questi anni numerosi sostenitori che ritengono che i Beatles abbiamo lasciato numerosi indizi nei loro cd solo per informare indirettamente il mondo sulla morte di Paul, altri invece credono che la band abbia voluto giocare su questa storia alimentando il mito.

Negli anni numerosi esperti forensi hanno analizzato foto di Paul prima e dopo del 66′,anno della sua presunta morte.

Per fare ciò gli scienziati hanno analizzato parti del corpo che non possono cambiare ne col tempo ne con interventi di chirurgia, come per esempio: la curva mandibolare, l’ampiezza del palato, la forma del cranio e i padiglioni auricolari. Il risultato è stato molto particolare infatti il Paul fotografato prima e dopo il 66′ risulterebbe in base ad accurate ricerche diverso. Intanto lo stesso Paul McCartney sembra essersi impegnato ad alimentare ancora di più questa leggenda, infatti nella canzone Gratitude  del 2007  risulterebbe un altro messaggio molto importante. Mandando al contrario la parola Gratitude si sente un altra frase: Who is this now? (chi è questo adesso?) e poco dopo la risposta I was Willie Campbell(Io ero Willie Campbell).

Sono passati 46 anni dal giorno della presunta morte di Paul McCartney e sembra folle pensare che l’autore di Hey Jude, Let it be e altri pezzi bellissimi sia un semplice sosia.

Di certo non è stato ancora possibile capire se si tratta di una semplice leggenda oppure di una grossa verità, ma una cosa è certa questa storia continuerà ad  affascinare ancora per molto il mondo intero e le sue canzoni continueranno a vivere  per sempre.



Displaying 1 Commento
Have Your Say

  1. michy scrive:

    la verità sicuramente qualcuno la sa ma forse si preferisce la “leggenda”

Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>