La vera storia di Bonnie e Clyde

Post Scritto in Società - da fede173 il lunedì, giugno 4th, 2012 - letto 23107 volte - Commenta per Primo

A tutti voi sarà capitato almeno una volta nella vita di sentire i nomi Bonnie e Clyde, magari in una canzone o forse in uno dei numerosi film che sono stati dedicati a questa coppia. Credo che a molti di voi sentendoli nominare sia sorta una domanda e cioè ma sono realmente esistiti? la risposta è decisamente si.
Bonnie Elizabeth Parker nacque a Rowena(Texas) 1 ottobre del 1910. Seconda di tre figli e orfana di padre a soli quattro anni si trasferì a Dallas con la madre,nonostante provenisse da una famiglia poverissima riuscì ugualmente a realizzarsi negli studi, vinse un concorso letterario e iniziò a scrivere i discorsi per i politici della città.
Lavorava come cameriera e a 16 anni incontra e sposa Roy Thornton. Il matrimonio durerà solo tre anni, ma nonostante tutto lei non chiederà mai il divorzio. Roy morirà in prigione nel 1937 cercando d’evadere dal carcere dove stava scontando una condanna per furto.
Clyde Chestnut Barrow nacque a Telico nel 1909 da una famiglia poverissima di contadini. La sua carriera di ladro iniziò presto infatti il primo arresto risale al 1926 per un furto d’auto. Clyde sopravviveva compiendo furti in negozi e banche. Si dice che Clyde incontrò Bonnie nel bar dove lavorava quest’ultima, la loro folle storia di fughe iniziò in seguito a una rapina in cui Clyde uccise il propietario del negozio.
In due anni di fuga Bonnie e Clyde si erano lasciati alle spalle la morte di ben 9 poliziotti e numerosi civili. Rubavano automobili e cambiavano di continuo le targhe per non essere rintracciati dalla polizia.
Nel 1933 si unirono alla coppia anche il fratello di Clyde, Buck, la moglie Blanche e Henry Methvin. Sempre nel 1933 Buck perse la vita durante una sparatoria, Henry rimase colpito dalla morte del suo amico, tanto che decise di colloborare con la polizia per la cattura dei suoi amici in cambio di far cadere le accuse a suo carico.
Nel 1934 i poliziotti decisero di usare come esca il furgone del padre di Henry abbandonadolo lungo una strada, in modo che Clyde riconoscendo il furgone si fosse fermato per vedere cosa stesse succedendo. Fu proprio cosi Bonnie e Clyde a bordo della loro auto passarono da quella strada riconobbero il furgone e rallentarono, i poliziotti nascosti, al loro passaggio iniziarono a sparare su i due scariche e scariche di proiettili fino ad ucciderli. Furono uccisi da 50 proiettili ciascuno, Clyde stringeva in mano il suo fucile e Bonnie fu ritrovata con la testa china su una rivista che aveva comprato poco prima. Dentro la macchina vennero ritrovare tantissime targhe,armi e più di 3.000 proiettili. Furono seppelliti entrambi nel cimitero di Dallas, il desiderio di Bonnie era quello di essere seppellita accando il suo Clyde, desiderio che non fù mai rispettato per volere della madre di Bonnie.
La loro storia mi ha sempre affascinata,una coppia così giovane, folle e passionale. Erano dei fuorilegge ma avevano trovato qualcosa che forse non tutti riusciremo a trovare e cioè l’amore vero. Bonnie e Clyde provavano un amore folle, cieco, un amore senza rimpianti. Clyde aveva 25 anni quando morì e Bonnie 23, erano giovanissimi ma sono sicura che se uno dei due potesse parlare della loro storia, direbbe che la loro è stata una vita pienamente vissuta.



Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>