Le riflessioni di un italiano che paga le tasse

Post Scritto in Economia, Tasse - da cherie88 il venerdì, giugno 15th, 2012 - letto 1500 volte - Commenta per Primo

Giugno, dopo un triste e lungo inverno si iniziano a vedere i primi raggi di luce caldi e tipicamente estivi e svegliandoti la mattina ci si sente più sereni e rilassati,fino a che non arriva l’ora del….commercialista!

Come ogni anno ci rechiamo dal nostro fidato “calcolatore” ed eccola li la denuncia dei redditi,la quale fa richiesta di una certa somma da versare, le famigerate tasse, per il semplice motivo che abbiamo lavorato e sudato , mi chiedo per quale motivo se la mattina alle 6 mi sono alzato da solo???

Ma per sostenere il nostro paese, facciamo questo sforzo e ingoia il rospo! Cerchiamo di riprenderci da questa bastonata e dopo qualche minuto il gentil professionista ci dice :”un momento ha dimenticato il modello per pagare l’IMU!” E tu allibito pensi allora questa fantomatica tassa tanto reclamata dai nostri tg è reale e la realtà del fatto si realizza quando a fondo pagina leggiamo l’importo 200, 400, ecc… e pensi “ma è sempre casa mia si? ma quando l’ho acquistata queste persone mi hanno dato una mano a comprarla? In una famiglia di 4 persone con uno stipendio medio togliamo le tasse perchè  hai lavorato e l’IMU perchè ti sei comprato una casa… inoltre con tutti gli altri rincari cosa ne rimane?”

In questo sistema sono io contribuente che sbaglio a costruirmi una realtà solida come una casa ed un lavoro o dovrei vivere come un hippy con roulotte e vivere d’amore e radici? Dove andremo a finire!?!

*FOTO politikos.it



Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>