I Pannelli Solari a Concentrazione, cosa sono e come funzionano

Post Scritto in Tecnologia - da ginettos il lunedì, novembre 26th, 2012 - letto 2565 volte - Commenta per Primo

La tecnologia legata ai pannelli fotovoltaici va avanti a piccoli passi. Non ci sono state grandi innovazioni negli ultimi 30 anni, i moduli solari installati attualmente nei tetti di tutto il mondo funzionano infatti come quelli di una volta, è aumentata semmai l’efficienza ed il rendimento.

Una ventata di novità però è apparsa all’ orizzonte con i pannelli solari a concentrazione, vedi http://fotovoltaici-impianti.blogspot.it/2012/11/impianti-fotovoltaici-concentrazione.html, un sistema che fa schizzare in alto la produzione di energia elettrica. Vediamo nel dettaglio come funzionano.

L’idea alla base è quella di concentrare la potenza del raggio del sole in un punto più piccolo. Come fare? Con gli specchi. Un modulo viene quindi dotato di tanti specchi quante sono le celle fotovoltaiche che lo compongono. I vantaggi sono duplici: da una parte concentriamo tutta la potenza del sole in un’area circoscritta che a noi interessa, dall’ altra rimpiccioliamo la cella ed abbiamo bisogno di meno silicio cristallino, quindi si abbassano i costi.

Con i pannelli solari a concentrazione si riescono a raggiungere rendimenti fino al 35%, il doppio se pensiamo che un normale modulo arriva mediamente al 14-15%.

Svantaggi:
i costi minori nella realizzazione di celle fotovoltaiche, meno silicio come detto, debbono essere compensati da:
-un sistema di raffreddamento, concentrare i raggi del sole in un punto significa far alzare notevolmente la temperatura di una cella, che quindi deve essere raffreddata;
-bisogna installare i moduli a concentrazione su un inseguitore, ovvero su un palo dotato di motore che “insegua” sempre il sole. I pannelli infatti dovranno essere sempre esposti perpendicolarmente al sole, non basta quindi la luce diffusa per garantire la realizzazione di corrente elettrica.
-i pannelli a concentrazione non possono essere installati sul tetto per ovvi motivi, ma su un terreno in modo che si possa costruire il palo di sostegno su cui sarà montato l’inseguitore dotato di motore.



Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>