Finanziamenti pubblici non solo ai partiti ma anche ai giornali religiosi

Post Scritto in Economia - da anny80 il martedì, dicembre 4th, 2012 - letto 1254 volte - Commenta per Primo

Sono almeno venti milioni di euro all’anno i fondi statali destinati alla stampa cattolica. Tale stima è stata eseguita dall’Uaar, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, nell’ambito dell”inchiesta I Costi della Chiesa.

In un momento di piena crisi economica e di numerevoli tagli, questa cifra potrebbe essere destinata a cose più utili, invece anche la Chiesa è nel mirino dei finanziamenti pubblici. Le numerose riviste cattoliche potrebbero autofinanziarsi, visto che le casse ecclesiastiche sono molto ricche, oppure essere finanziate dai suoi numerosi e fedeli donatori/lettori. Non dimentichiamo che ogni anno molti contribuenti donano il famoso otto per mille alla Chiesa Cattolica.
L’Uaar ha esaminato tutti i finanziamenti all’editoria religiosa ihttp://www.uaar.it/news/2012/11/21/finanziamenti-pubblici-giornali-religiosi-2010/
Il totale dei fondi erogati nel 2010 all’editoria religiosa è di circa 131 milioni di euro: i più forti sono soprattutto i giornali di partito.
Per qualcuno è impossibile tagliare i fondi all’editoria religiosa per la quantità e la varietà di notizie da comunicare. Ed allora è giusto tagliare su cose importanti come la Sanità e la scuola?
Una cosa è certa; si vive in un mondo alla rovescia.



Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>