A Salerno le piante raccontano un popolo

Post Scritto in Eventi e Spettacoli - da L. il lunedì, gennaio 21st, 2013 - letto 1610 volte - Commenta per Primo

Erbario Salernitano, questo il titolo dell’installazione di arte urbana, quinta fatica di City Specific che attraverso la fotografia d’autore intende esplorare il territorio, descrivere il contesto sociale e l’identità della città attraverso la catalogazione delle foglie che dal medioevo ad oggi hanno abitato il centro di Salerno e sono state alla base della ricerca della Scuola Medica Salernitana.

La mostra si innesta all’interno di un processo generale di rivalutazione della fitoterapia e della coltivazione delle piante officinali e che a Salerno, sin dal Medioevo, con il giardino dei semplici di Matteo Silvatico, autore dell’Opus Pandectarum Medicinae, hanno costituito un elemento collante della cultura cittadina.

Identità, radici, piante officinali, fotografia, arte si amalgamano in un archivio che sintetizza la memoria dei luoghi che Nicola Palma vuole raccontare e il processo di trasformazione di abitudini e quotidianeità attraverso la prospettiva “vegetale” delle foglie. La mostra fotografica, inaugurata il 5 dicembre e che si concluderà il 12 gennaio, non è quindi una semplice catalogazione delle piante officinali del Giardino della Minerva ma, riprendendo la tradizione di Michel Foucault, ogni singolo documento si fa monumento e investe l’intero archivio di una forza che lo rende storia, processo in divenire, spazio all’interno del quale possono rivivere storie e memorie.

E’ proprio qui la forza di Erbario Salernitano, nella capacità del fotografo di assegnare ad un vocabolario scarno e essenziale realizzato dal contrasto tra l’immagine delle foglie e la monocromia in cui sono sospese la capacità di creare un racconto in grado di dire molto della cultura salernitana.



Esprimi la tua opinione

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>